TESTO E FOTO DI

Matteo Franzoni

Settimana della salute 2013



Organizzata dai comuni del distretto ceramico (Fiorano Modenese, Formigine, Maranello, Sassuolo e Prignano sulla Secchia),

la settimana della salute 2013 si è aperta sabato 2 novembre a Fiorano Modenese con l’inaugurazione della mostra: “Identikit Clown Dottori…un viaggio sotto-sopra” a cura dell’associazione “Ridere per Vivere” e si chiuderà, sempre a Fiorano, a Palazzo Astoria, con una conferenza che coinvolge direttamente i medici di base in una serie di utili consigli ai cittadini sul tema dei farmaci.

Nel corso della settimana sono stati molteplici gli avvenimenti ai quali la cittadinanza è  stata invitata a partecipare perché quest’anno, per scelta, si è deciso di non dedicare l’evento a una associazione  o a un tema specifico, bensì di dirigersi sulla prevenzione perché la salute non è un fatto personale ma riguarda l’intera comunità, per questo tutti i cittadini devono conoscere la rete di servizi e associazioni  che possono venire in loro soccorso per aiutarli a prevenire, a vivere meglio, a informare ed educare per conoscere e affrontare eventuali malattie. Tra gli eventi che ci hanno colpito di più c’è stata la conferenza Mente-Corpo-Alimentazione, il benessere psicofisico nel diabetico”, tenutasi martedì 5 novembre presso la Sala Biasin di Sassuolo, organizzata dall’associazione Star Bene, presente nel territorio da qualche anno con la finalità principale di riunire le persone affette da diabete ed i loro familiari per suggerire, promuovere e sviluppare iniziative per migliorare la qualità di vita del diabetico, in collaborazione con il personale medico e infermieristico; partecipare attivamente a progetti di volontariato sociosanitario ed assistenziale per contribuire ad educare tutti cittadini, e non solo quelli affetti da diabete, a corretti stili di vita;sensibilizzare l'opinione pubblica sulla malattia diabetica e sulle problematiche ad essa correlate anche per tutelare gli interessi del diabetico nella scuola, nel lavoro e nello sport e sensibilizzare le istituzioni preposte ad una corretta applicazione delle normative vigenti in materia di diabete;attivare forme di cooperazione con associazioni provinciali, nazionali ed internazionali che perseguano le stesse finalità. Ma veniamo allo specifico della conferenza, che si è dimostrata molto interessante perché ha illustrato come lo sport possa influire positivamente sulla vita di ogni persona malata e non. Lo sport in particolare può avere una funzione vitale nel paziente diabetico perché permette ai valori glicemici una regolarizzazione e stabilizzazione, elementi fondamentali per permettere ad un corpo malato un maggiore benessere. Il diabete infatti può essere considerato una vera pandemia in quanto la sua diffusione è in crescita esponenziale e come ci ha spiegato Patrizia Barbolini, presidente dell’associazione Star Bene, è una malattia subdola perché spesso chi ne soffre non ne è a conoscenza. Non è una febbre o un raffreddore, che si manifestano con malesseri palesi, è una malattia che non si scopre con segnali evidenti, ma che vanno saputi interpretare e che una volta diagnosticata si rileva cronica, quindi la prevenzione è fondamentale, l’informazione e lo sport sono elementi basilari per prevenire le complicanze. Il diabete è spesso causato dalla cattiva alimentazione e soprattutto dalla sedentarietà. Ai pazienti diabetici è assolutamente consigliato essere attivi e fare movimento, per questo sono vitali le associazioni, perché creano un gruppo d’aiuto, d’ascolto e di incoraggiamento per stimolare il malato a praticare esercizio fisico, in quanto è provato che migliori il benessere psicofisico. A questo proposito Star Bene ha ideato le camminate della salute, due volte alla settimana i pazienti e chiunque lo desideri sono invitati a trovarsi per camminare insieme lungo la ciclabile del Secchia. Questa iniziativa, partita timida con pochi camminatori, negli anni sta prendendo sempre più piede e coinvolge tanti estimatori, che apprezzano la buona volontà e l’intento dello staff di aiutare e prevenire le complicanze del diabete. La conferenza ci ha anche presentato un interessante progetto sponsorizzato dal Ministero della Salute, che vede coinvolta la provincia di Modena e consiglia ai medici di base di prescrivere ai pazienti affetti dal diabete di tipo 2, palestra o nuoto per insegnare loro l’importanza del movimento nel contrastare gli effetti della malattia stessa. Altro passaggio cruciale della conferenza è stato il valorizzare le associazioni come Star Bene, che grazie ai volontari svolgono un ruolo fondamentale nell’aiutare le persone affette da diabete, nello stimolarli, nel non lasciarli soli ma condividendo esperienze e problematiche per creare un clima di fiducia e positività.

La settimana della salute è proseguita per Star Bene con l’incontro presso il Parco Ducale di Sassuolo, sabato mattina alle 9.30 con tutti coloro che desideravano apprendere le tecniche del nordic walking per avere le dritte necessarie a praticare questo sport in larga diffusione nel nostro paese negli ultimi anni.

Il Nordic Walking, la camminata nordica con i bastoncini, dalla Finlandia, dove è nata, si è diffusa ormai in tutto il mondo con milioni di appassionati, è un tipo di attività fisica e sportiva che si pratica utilizzando bastoni appositamente studiati, simili a quelli utilizzati nello sci di fondo. L’associazione ha chiamato un istruttore, Andrea Abate (dirigente di UISP provinciale) e lo ha messo a disposizione dei cittadini affinchè ricevessero le prime nozioni necessarie alla pratica di questo sano e divertente modo di camminare, considerato uno degli sport più salutari e benefici in assoluto, per la sua semplicità di applicazione e per il benessere che questo movimento completo e delicato produce su tutto il corpo. Il maestro ha spiegato a tutti i presenti gli enormi benefici che lo sport dona a tutte le persone, malate e non, e come i medici presenti alla conferenza ha sottolineato che il movimento, unito ad una sana alimentazione sono le basi migliori per cercare di mantenere sempre sani corpo e mente. Il nordic walking in particolare è uno sport adatto a tutti e non ha particolari controindicazioni, bastano un paio di bastoni, voglia di camminare e volontà. Alla lezione teorica è seguita la lezione pratica con l’istruttore che ha messo a disposizione dei partecipanti una coppia di bastoncini a testa per permettere loro i primi passi cadenzati.

La settimana della salute si è chiusa per l’associazione Star Bene domenica mattina a Fiorano, i volontari erano infatti presenti in piazza per misurare gratuitamente la glicemia a tutti i partecipanti della camminata domenicale e a tutti coloro che erano di passaggio e fossero curiosi di conoscere i propri valori glicemici.

 

 


AREA

Archivio »

L'ANGOLO DELLA POESIA

Archivio »

RICETTA

Archivio »

ALTRI ARTICOLI

N°9

ottobre 2022

EDITORIALE

Paolo Del Mela

L’occasione mi è propizia per porgere a tutti gli auguri di buon anno; ognuno avrà già provveduto a scrivere la propria letterina di Natale … peccato che...  continua »

 
 
 
 
 
 
ArchivioCONSULTA TUTTO »

 

OmnisMagazine n°44
» Consulta indice