Redazione Omnismagazine
Via del Battirame, 6/3a ยท 40138
Bologna - Italy
Tel +39 051 531800
E-mail: redazione@omnismagazine.com
Website: www.omnismagazine.com

TESTO DI

Roberto Zalambani

FOTO DI

Paolo Del Mela

CNOG, UNAGA E GIST a Ecomondo 2013 per l'ambiente e turismo sostenibile

Il mondo dell’ informazione opera oggi in un contesto di grandissima difficoltà: peggiorano le vendite e gli ascolti, la pubblicità è sottopagata e il consumo di notizie non produce benefici né per gli operatori né per gli utenti; come organismi di categoria la strada obbligata sono gli investimenti nella formazione sia dei colleghi che si affacciano alla professione e cercano un lavoro sia di quelli che il lavoro ce l’ hanno ma che sono a rischio emarginazione”.

Lo ha detto il Presidente della Fnsi Giovanni Rossi chiudendo il convegno  “L’ informazione specializzata per un turismo sostenibile “svoltosi l’ 8 novembre scorso a Ecomondo di Rimini e promosso dal Consiglio Nazionale dell’ Ordine dei Giornalisti in collaborazione con Unaga, Gist e Circuito Wigwam.

Durante i lavori, introdotti e coordinati da Roberto Zalambani, componente del Comitato Tecnico Scientifico del Cnog, hanno svolto relazioni Donatella Luccarini, delegata per l’ Emilia Romagna del Gruppo Italiano Stampa Turistica ( che ha illustrato le novità 2014 del Premio Gist per il turismo sostenibile e responsabile ) e Efrem Tassinato, tesoriere, responsabile della segreteria e del sito Internet dell’ Unaga, che ha parlato delle potenzialità e delle scommesse della ricettività turistica a misura d’ uomo e di territorio.

Nel corso dell’ incontro è stato presentato il 1° festival Internazionale di Giornalismo Investigativo che si svolgerà a Firenze e verrà promosso dall’ Associazione di Giornalismo Investigativo che, in questi anni, ha sviluppato percorsi e metodologie d’avanguardia per l’ acquisizione di innovativi strumenti a supporto del giornalismo di inchiesta.

Nel suo intervento, il vice Presidente dell’ Ordine dei Giornalisti dell’ Emilia Romagna Emilio Bonavita ha raccontato esperienze di valorizzazione delle specializzazioni nell’ agroalimentare, nell’ ambiente, nello sport e nel turismo e fornito i dati sull’ attività della Fondazione dell’ Ordine che ha formato molti colleghi in sinergia con enti pubblici e privati che credono nell’ utilità di un’ informazione aggiornata e corretta.